Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che in una terra conosciuta per le straordinarie declinazioni di Sangiovese, popolare a livello mondiale per i rossi titanici e dove si vinifica passito a mai finire, lo spumante sarebbe riuscito a conquistare un’apprezzabile numero di consumatori.
È infatti risaputo che la Toscana non vanti un’antica tradizione spumantistica e che solo il disciplinare di qualche denominazione ne consenta la produzione facendo ricorso, ai consueti vitigni internazionali…

Degustazione di:
BRUT TREBBIANO 2014
BRUT TREBBIANO 2011
BRUT SANGIOVESE Rosé 2014
BRUT SANGIOVESE Rosé 2011

le mie degustazioniI nostri spassionati consigli, tutte degustazioni vere, senza voti, calici, grappoli, acini o chissà cosa.
Solo la descrizione del vino e il perchè a noi è piaciuto.

Per questo Numero abbiamo stappato:

  • “TREBBIANO BRUT” METODO CLASSICO MILLESIMATO – BARACCHI
  • “SANGIO ORO” SANGIOVESE SUPERIORE RISERVA – MONTAIA
  • “SEBASTIAN” IGP LAZIO CABERNET SAUV. – LA LUNA DEL CASALE
  • “TAURASI DOCG” – CANTINE ELMI
  • “NERELLO MASCALESE” ETNA ROSSO – CANTINA ENOTRIO
  • “DALL’ ISOLA” CAMPANIA IGT – JOAQUIN
  • “VIGNA SAVUCO” TERRE DI COSENZA DOP – SERRACAVALLO
  • “CARATTERE” ROSSO VDT – PLATINUM ITALIA
  • “A NACA” SICILIA ROSSO IGT – CALATRASI
  • “MARIKA” VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI DOP – SOCCI
  • “ROMANICO” CESANESE DEL PIGLIO DOCG – COLETTI CONTI

majgualCantina Fausto Zazzara è una piccola cantina artigianale situata a Tocco da Casauria, fondata su saperi tramandati, colori, riflessi, effervescenze e ricerca.

I suoi spumanti abruzzesi Majgual Trebbiano, Pecorico, Rosè, Cococciola e Passerina, ottenuti con metodo classico dai vitigni abruzzesi, sono il frutto di una segreti tramandati da tre generazioni, l’amore per un territorio vocato alla viticoltura ed una passione infinita per la propria terra. Gli spumanti Majgual sono prodotti solo con uve autoctone, raccolte a mano grappolo per grappolo, da persone fidate che selezionano accuratamente solo la materia prima migliore.

Le uve raccolte nei terreni di Tocco da Casauria, oltre che nei territori limitrofi di Pratola Peligna, Vittorito e Castiglione a Casauria, vengono campionate e monitorate in riferimento alle condizioni climatiche e alle caratteristiche delle uve e delle vigne, per controllarne pH, acidità e grado zuccherino, al fine di raccoglierle al momento più adatto per avere un prodotto ottimale.

Alla raccolta segue l’immediata pigiatura, effettuata per mezzo dei piedi, come ricorda la tradizione. Il mosto estratto è pari al 60% del peso dell’uva, ottenendo un prodotto di alta qualità.