tenuta cocci grifoniL’azienda possiede 50 ettari vitati nelle colline del Piceno, a pochi chilometri dal mare e dal confine fra Marche e Abruzzo. La filosofia aziendale prevede il controllo totale sull’intera filiera produttiva; in campagna, grande attenzione alla sostenibilità ed al “residuo zero”; in cantina non si lascia nulla al caso. Il fondatore Guido Cocci Grifoni ha dimostrato tutto il potenziale di questo terroir, imbottigliando per primo il Rosso Piceno Superiore e riscoprendo il vitigno Pecorino, un’antica varietà italica che era quasi estinta e che oggi è uno dei vini bianchi più apprezzati del Centro Italia. Una parte consistente della sua produzione è rivolta ai mercati internazionali.

La Tenuta Cocci Grifoni ha investito con convinzione nell’enoturismo, ampliando la sala degustazione e creando due appartamenti vacanze nel casolare di famiglia ristrutturato all’insegna della massima sostenibilità energetica. La struttura si chiama “Dimora di Campagna Tenuta Cocci Grifoni” ed è pensata per coppie e famiglie che vogliono immergersi nel relax della campagna picena, godendosi tutto il terroir di queste colline in una vacanza dedicata alla bellezza e al vino di qualità.

majgualCantina Fausto Zazzara è una piccola cantina artigianale situata a Tocco da Casauria, fondata su saperi tramandati, colori, riflessi, effervescenze e ricerca.

I suoi spumanti abruzzesi Majgual Trebbiano, Pecorico, Rosè, Cococciola e Passerina, ottenuti con metodo classico dai vitigni abruzzesi, sono il frutto di una segreti tramandati da tre generazioni, l’amore per un territorio vocato alla viticoltura ed una passione infinita per la propria terra. Gli spumanti Majgual sono prodotti solo con uve autoctone, raccolte a mano grappolo per grappolo, da persone fidate che selezionano accuratamente solo la materia prima migliore.

Le uve raccolte nei terreni di Tocco da Casauria, oltre che nei territori limitrofi di Pratola Peligna, Vittorito e Castiglione a Casauria, vengono campionate e monitorate in riferimento alle condizioni climatiche e alle caratteristiche delle uve e delle vigne, per controllarne pH, acidità e grado zuccherino, al fine di raccoglierle al momento più adatto per avere un prodotto ottimale.

Alla raccolta segue l’immediata pigiatura, effettuata per mezzo dei piedi, come ricorda la tradizione. Il mosto estratto è pari al 60% del peso dell’uva, ottenendo un prodotto di alta qualità.