Toccata e fuga alla scoperta del patrimonio enologico del messinese, terra di separazione tra Ionio e Tirreno: due mari generosi che regalano alla viticoltura del territorio il clima ideale per valorizzare al meglio alcuni tra i più importanti autoctoni della Trinacria.
  • “ZERO” FRANCIACORTA DOCG PAS DOSE’ – LA FIORITA
  • “BRUT 1907” TRENTO DOC RISERVA – CANTINA D’ISERA
  • “MILLEDI’ ” FRANCIACORTA DOCG – FERGHETTINA
  • “BRUT ROSE’” – SANGIOVESE METODO CLASSICO – BARACCHI
  • “IL FARO DELLA GUARDIA” LAZIO BIANCO IGT – CASALE DEL GIGLIO
  • “RAJAH” ZIBIBIBBO TERRE SICILIANE IGP – TENUTA GORGHI TONDI
  • “GRIGIO” PINOT GRIGIO IGP – PIANA DEI CASTELLI
  • “LA FATA GALANTI” NERELLO CAPPUCCIO – ALCANTARA
  • “SOPRASASSI” CANAIOLO IGT TOSCANA – I SODI
  • “MACCHIAROSSA” TINTILIA DEL MOLISE DOP – CLAUDIO CIPRESSI
  • “1890” NERELLO CALABRESE IGT – TRAMONTANA