Toccata e fuga alla scoperta del patrimonio enologico del messinese, terra di separazione tra Ionio e Tirreno: due mari generosi che regalano alla viticoltura del territorio il clima ideale per valorizzare al meglio alcuni tra i più importanti autoctoni della Trinacria.

  • “MASILE’” ERBALUCE DI CALUSO SPUMANTE DOCG – LA MASERA
  • “GRANDE CUVÉE BRUT” – VALDOBBIADENE DOP – GIRARDI
  • “IL GHIZZANO BIANCO” – COSTA TOSCANA IGT – TENUTA DI GHIZZANO
  • “ARMONIOSO” – GRILLO TERRE SICILIANE IGT – MARINO VINI
  • “VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO” DOCG RISERVA – FONTALEONI
  • “KERNER” ALTO ADIGE DOC – CANTINA VALLE ISARCO
  • “PAPALE ” PRIMITIVO DI MANDURIA DOC – VARVAGLIONE VIGNE E VINI
  • “ANNIVERSARIO 62” PRIMITIVO DI MANDURIA DOP – SAN MARZANO
  • “JANÙ” MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC – JASCI & MARCHESANI
  • “VILLERO” BAROLO DOCG – BOROLI
  • “SARMASSA” BAROLO DOCG – MARCHESI DI BAROLO