i piaceri della vite ultimo numero trombelli podversic

Occhiodoro, il pollo è chi non lo mangia

Questa è una storia simile a tante altre che abbiamo già raccontato sulle pagine digitali di questa rivista.
Una azienda di famiglia che esiste da quasi 60 anni. Una nuova generazione che arriva e stravolge tutto, rifonda tutto usando cultura e buon senso.
Il risultato è un pollo ruspante ciociaro che ricorda in tutto il pollo dei nonni.

Paola al wineday è stata encomiabile, ha dato da mangiare a oltre 1.000 persone, ha capito, da persona intelligente, che se ci devi stare ci devi stare per bene e ha fatto un bellissimo lavoro.

Credo che gli assaggi di pollo di Occhiodoro rimarranno per molto tempo tra i ricordi più vivi dei frequentatori di questo WineDay X.

Altre dal blog


Ora il dibattito si è spostato sulle parole e sul loro uso, e invece che sui vini si è spostata ...
Leggi Tutto
Prossimamente su I Piaceri della Vite una due giorni tra Atrani e Ravello con la scusa del vino... Come arrivarci, dove ...
Leggi Tutto
di Andrea Vellone Giorni fa Josko Gravner, uno dei produttori di vino più rivoluzionari degli ultimi anni, ha affermato che ...
Leggi Tutto
Sto sull'internet da poco prima che esistesse, ho partecipato alle liste di distribuzione, mirc, forum, social vari. Ho consumato tastiere ...
Leggi Tutto
Siamo stati a Montefalco a trovare Angelo Fongoli per un articolo del prossimo numero VI de I piaceri della vite ...
Leggi Tutto
Mentre il nostro amico John Wine era intento a traslocare si è trovato di fronte ad un magnum di cuvée ...
Leggi Tutto