i piaceri della vite ultimo numero trombelli podversic

Occhiodoro, il pollo è chi non lo mangia

Questa è una storia simile a tante altre che abbiamo già raccontato sulle pagine digitali di questa rivista.
Una azienda di famiglia che esiste da quasi 60 anni. Una nuova generazione che arriva e stravolge tutto, rifonda tutto usando cultura e buon senso.
Il risultato è un pollo ruspante ciociaro che ricorda in tutto il pollo dei nonni.

Paola al wineday è stata encomiabile, ha dato da mangiare a oltre 1.000 persone, ha capito, da persona intelligente, che se ci devi stare ci devi stare per bene e ha fatto un bellissimo lavoro.

Credo che gli assaggi di pollo di Occhiodoro rimarranno per molto tempo tra i ricordi più vivi dei frequentatori di questo WineDay X.

Altre dal blog


Prossimamente su I Piaceri della Vite una due giorni tra Atrani e Ravello con la scusa del vino... Come arrivarci, dove ...
Leggi Tutto
A dicembre lanciammo un questionario perchè volevamo capire chi erano i vignaioli che stanno cambiando il mondo del vino e ...
Leggi Tutto
Mentre il nostro amico John Wine era intento a traslocare si è trovato di fronte ad un magnum di cuvée ...
Leggi Tutto
Siamo stati a Montefalco a trovare Angelo Fongoli per un articolo del prossimo numero VI de I piaceri della vite ...
Leggi Tutto
Non oltrepassare la linea gialla, riflessioni scorrette sul mondo del vino, scritte sui treni. Attenzione: contiene parolacce, qualche insulto e ...
Leggi Tutto
Negli ultimi giorni ha fatto molto rumore un post su Facebook dell'enologo Trombelli (qui) che in maniera pacata e puntuale ...
Leggi Tutto