i piaceri della vite ultimo numero cesanese

La biodinamica di Angelo Fongoli

Siamo stati a Montefalco a trovare Angelo Fongoli per un articolo del prossimo numero VI de I piaceri della vite. Avevamo letto di un Sagrantino speciale, il Fraganton che volevamo assolutamente assaggiare. Ma a Montefalco non abbiamo trovato solo un vino ottimo e fuori dalla righe ma una filosofia ed una scienza nuova. In una lunga passeggiata tra le vigne, incuranti del fango, Angelo Fongoli ci ha fatto capire il suo concetto di vino e viticoltura. Prima di tutto Angelo non snocciola numeri, o meglio non gli interessano quelli canonici. Alla mia domanda sulla resa per ettaro dei suoi vigneti mi ha guardato come se la domanda non fosse affatto pertinente, e mi ha risposto un bel dipende. Nel senso che un resa in media è un numero che indica veramente poco per il suo modo di lavorare con l’attenzione alla singola pianta. Gli ho domandato come potasse le sue viti. E mi ha risposto che dipende… ogni vite ha dei bisogni suoi… e così via in un continuo ripetersi di dipende. Quello che ho capito alla fine è che la viticoltura classica è uno sforzo continuo di ricerca della standardizzazione attraverso la tecnologia, mentre l’agricoltura di Angelo è un continuo assecondare l’ecosistema vigna, accompagnarlo con la tecnologia dove è realistico che vada. L’agricoltura di Angelo Fongoli non forza la vigna, ma la accompagna. Lo stesso discorso si ha in cantina dove non sono fondamentali la ripetibilità dei processi ma la bocca e il naso di chi fa il vino. Ma attenzione, qui la biodinamica non è una arte divinatoria, ma è scienza applicata, dimostrabile e ripetibile, da parte di chi usa la scienza e la tecnologia ma con una filosofia nuova. Il risultato l’abbiamo assaggiato durante tutto il pomeriggio aprendo una decina di bottiglie. Ma di questo ne parleremo nel prossimo numero de “i Piaceri dellea vite”

Altre dal blog


Mentre il nostro amico John Wine era intento a traslocare si è trovato di fronte ad un magnum di cuvée ...
Leggi Tutto
Non oltrepassare la linea gialla, riflessioni scorrette sul mondo del vino, scritte sui treni. Attenzione: contiene parolacce, qualche insulto e ...
Leggi Tutto
Non oltrepassare la linea gialla è una piccola rubrica di riflessioni sulle ipocrisie di alcune regole e convenzioni del mondo ...
Leggi Tutto
Non oltrepassare la linea gialla è una piccola rubrica di riflessioni sulle ipocrisie di alcune regole e convenzioni del mondo ...
Leggi Tutto
Sto sull'internet da poco prima che esistesse, ho partecipato alle liste di distribuzione, mirc, forum, social vari. Ho consumato tastiere ...
Leggi Tutto
Siamo stati a Montefalco a trovare Angelo Fongoli per un articolo del prossimo numero VI de I piaceri della vite ...
Leggi Tutto